pixel
loader image

Sostieni

Nei prossimi giorni abbiamo diversi processi. Scopri ora cosa puoi fare per portare la tua solidarietà alle persone vittime della repressione.

Studenti bloccano il traffico vicino all’Università di Padova

12/04/2023 | Comunicati stampa

Nel Veneto, in cui è prorogato per un anno lo stato di emergenza idrica, sogni e aspirazioni degli studenti sono in crisi a causa del collasso climatico. Tra siccità e preghiere, è necessario agire per invertire la rotta. Oggi blocco stradale vicino all'UNiversità di Padova.

Leggi comunicato stampa

Giornalista? Contatta il nostro ufficio stampa per ricevere in automatico i comunicati stampa e accedere a foto e video in alta qualità.

ULTIMA GENERAZIONE: UNIVERSITÀ DI PADOVA, BLOCCATA VIA BASSI TRA I DIPARTIMENTI DI MATEMATICA ED ECONOMIA

Tra siccità e preghiere, è necessario agire per invertire la rotta

Nel Veneto, in cui è prorogato per un anno lo stato di emergenza idrica, sogni e aspirazioni degli studenti sono in crisi a causa del collasso climatico

Roma 1 aprile 2023 – Per denunciare la gravità della situazione climatica corrente e l’inaccettabilità dell’inazione della politica per contenerne i danni, questa mattina due gruppi di cittadini e cittadine della campagna NON PAGHIAMO IL FOSSILE, di cui fa parte Ultima Generazione, hanno messo in atto due azioni: una ad Ancona e una a Roma. Coinvolte due fontane, simbolo, da un lato, del ristoro offerto dall’acqua e, dall’altro, del pericolo che può rappresentare.

ultima generazione imbrattamento milano statua equestre vittorio emanuele italia sussidi combustibili fossili

Non è la prima volta che questo Governo predispone strumenti legislativi repressivi “a senso unico”. “Relativamente al Ddl Borghi, chiediamo al Governo e alla relatrice del provvedimento, la presidente della Commissione Giustizia al Senato Giulia Bongiorno (Lega), quali saranno le pene commisurate per quanti, inquinando l’atmosfera, sversando sostanze tossiche nei fiumi, sotterrando con la complicità della criminalità organizzata rifiuti tossici e radioattivi, sottraendo milioni di ettari di suolo naturale per opere infrastrutturali inutili e dispendiose, continueranno a fare “uso illecito di beni paesaggistici”, violando l’art. 9 della Costituzione Italiana. Anziché impegnarsi nel cambiare completamente rotta riguardo alle politiche ambientali, ecologiche ed energetiche, per evitare che il nostro Paese vada ancora più gravemente e luttuosamente incontro ad una crisi idrica già conclamata in pieno inverno, a fenomeni estremi come alluvioni e frane, a ondate di calore, conseguenze tutte della crisi climatica in corso e della catastrofe ambientale che è sempre più vicina, il Governo preferisce reprimere quanti, con metodi di disobbedienza civile nonviolenta, e senza arrecare alcun danno ad opere d’arte e monumenti, denunciano e gridano che ‘il re è nudo’”, precisa Ultima Generazione.

Ultima Generazione imbratta Palazzo Madama come protesta

Citando una frase di Mahatma Gandhi, che da sempre ci guida, ‘Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti reprimono e poi vinci’. Siamo nella fase in cui ci combattono, io spero che arriverà presto la fase in cui vinceremo la nostra causa. Fa parte del meccanismo della disobbedienza civile non violenta. A un certo punto devono per forza farti passare per il criminale che non sei”, aggiunge Giulio.

ultima generazione milano duomo monumento vittorio emanuele polizia carabinieri combustibili fossili

La richiesta mesi fa della “sorveglianza speciale” per il nostro attivista Simone Ficicchia, le perquisizioni a casa di Nicole e Giordano dopo l’azione a Palazzo della Signoria di Firenze il 17 Marzo scorso, non devono preoccupare tanto noi, che abbiamo scelto consapevolmente, per usare un’espressione dello scrittore Sandro Veronesi, di “metterci il corpo“, quanto quelle forze politiche e quelle associazioni democratiche che evitano, più o meno consapevolmente, di occuparsi di questi fatti, preferendo restare in una dialettica politica quotidiana tesa solo a “stigmatizzare” parole. Mentre il Governo passa ai fatti, facendo della repressione un obiettivo programmatico. Non vorremmo che, parafrasando lo storico sermone del pastore Martin Niemöller, dopo aver arrestato noi di Ultima Generazione e altri, alla fine arrestassero anche loro.

ultima generazione milano duomo monumento vittorio emanuele polizia carabinieri combustibili fossili

IL VENETO TRA STATO DI EMERGENZA IDRICA E PREGHIERE Il 14 marzo scorso è stata pubblicata sul Bur n 35 della Regione Veneto l’ordinanza “Carenza di disponibilità idrica nel territorio della Regione Veneto”, in cui il presidente Luca Zaiaordina” di dare atto “che permane per ulteriori 12 mesi lo stato di emergenza di rilievo nazionale in relazione alla situazione di deficit idrico”. La stessa Arpav del Veneto ha certificato che nella prima metà di metà di marzo, è piovuta solo un quarto dell’acqua stimata in tutto il mese. 

La situazione è talmente grave che, per arginare la siccità, la popolazione ha iniziato a invocare l’aiuto divino. A marzo i sacerdoti hanno pregato a fianco degli agricoltori della Coldiretti. Sono tornati in auge antichi riti come le rogazioni, processioni per la buona riuscita della semina, e nel Duomo di Verona è stata esposta la cosiddetta Sacra Spina, una lisca di pesce che venne usata dai Romani per decapitare i martiri Fermo e Rustico.

La nuova richiesta del movimento è: ➤  Stop ai sussidi pubblici a tutti i combustibili fossili

Ultima Generazione sta chiedendo al governo italiano un “#FondoRiparazione” da 20 miliardi di euro per riparare i danni subiti dai cittadini a causa degli eventi meteorologici estremi (alluvioni, grandinate, incendi, siccità e così via) dovuti allo stravolgimento climatico provocato dall’uso dei combustibili fossili.

Per capire chi siamo e come agiamo, è possibile seguire ogni domenica sera alle h 21:00 una presentazione online su zoom, iscrivendosi a questo link. Più approfondimenti sul #FondoRiparazione sono disponibili a questo link.

 

Iscriviti alla newsletter

Ricevi nella tua casella di posta tutte le notizie su Ultima Generazione e sulla campagna #FondoRiparazione.