Telegram: @ultimagenerazione ultima.generazione@protonmail.com

ULTIMA GENERAZIONE SMENTISCE COINVOLGIMENTO IN ATTI DI AGGRESSIONE ALLE FORZE DELL’ORDINE

“Sempre nonviolenti”

Milano, 8 dicembre 2022 – Smentiamo categoricamente il coinvolgimento delle cittadine e dei cittadini di Ultima Generazione in atti di aggressione durante l’azione di ieri, 7 dicembre, al teatro Alla Scala di Milano. Qualsiasi ipotesi è priva di fondamento, le nostre sono azioni nonviolente, il modus operandi è la resistenza passiva alle Forze dell’ordine nel momento del loro intervento. 

“La nostra condotta ieri è stata disciplinatamente nonviolenta durante tutto lo svolgersi dell’azione ieri come sempre. I nostri principi sono valori cardine di come viviamo la nostra lotta. La nonviolenza non prevede scontri o resistenza attiva verso le Forze dell’ordine. Opponiamo esclusivamente resistenza passiva, smettiamo cioè di muovere qualsiasi muscolo e ci lasciamo trasportare dagli agenti. Altri atteggiamenti non sono mai stati tenuti né mai capiterà”

Martina

cittadina italiana che sostiene Ultima Generazione

Ultima Generazione imbratta Teatro alla Scala a Milano

“I fatti si sono svolti in questo modo: nel momento in cui abbiamo estratto i secchi di vernice dai nostri zaini e abbiamo iniziato a versarli sulle colonne esterne della struttura e sui portoni di ingresso, sono intervenuti immediatamente due agenti di Polizia. Per i primi tre o quattro minuti questi sono stati gli unici a intervenire, poco dopo sono stati raggiunti da altri agenti della Digos e da un reparto di celere della Polizia e dei Carabinieri in tenuta antisommossa. In quei primi minuti l’intervento dei due agenti è stato molto concitato, agitato. Dunque hanno tentato energicamente di fermarci a terra. Nel momento in cui ho tentato di raggiungere nuovamente l’edificio per proseguire l’azione siamo scivolati entrambi per terra, l’agente dietro di me nel tentativo di bloccarmi. Il suolo risultava scivoloso e bagnato a causa della vernice versata e in maniera imprevista sono caduto su di lui. C’è stato quindi un contatto tra me e l’agente, ma del tutto casuale. Non riconosciamo un secondo caso di infortunio durante l’azione.

Siamo molto dispiaciuti perché crediamo che i media e il giornalismo debbano avere come scopo primo quello di informare sul disastro climatico che stiamo vivendo, sulla morte e la disperazione che prossimamente con certezza farà parte delle nostre vite, e sulle possibili soluzioni al problema. Cercare di affossare i nostri gesti che invocano il diritto alla vita di tutte e tutti è una vera bassezza”

Simone

cittadino italiano che supporta Ultima Generazione

Blocco stradale Ultima Generazione Venezia

Le richieste di Ultima Generazione per il governo italiano sono due e sono molto semplici:

1) interrompere immediatamente la riapertura delle centrali a carbone dismesse e di cancellare il progetto di nuove trivellazioni per la ricerca ed estrazione di gas naturale;

2) procedere immediatamente a un incremento di energia solare ed eolica di almeno 20GW e creare migliaia di nuovi posti di lavoro nell’energia rinnovabile, aiutando gli operai dell’industria fossile a trovare impiego in mansioni più sostenibili.

È possibile conoscere meglio Ultima Generazione partecipando a uno degli incontri di presentazione che si svolgono in tante città italiane e, online, ogni domenica sera alle 21:00 a questo link (https://l.ultima-generazione.it/presentazione-online).

La coalizione di cittadini uniti in resistenza civile nonviolenta Ultima Generazione ha aderito alla rete internazionale A22 Network. Il Climate Emergency Fund è il principale finanziatore di Ultima Generazione per il reclutamento, la formazione e la crescita. Tutti possono sostenere le azioni di Ultima Generazione con una donazione tramite il sito web (ultima-generazione.com).

Seguici sui social media per non perdere nessuna novità e aiutaci a raggiungere più persone 🙂